Buone pratiche, produzione di latte e prodotti a base di carne in Montenegro (2a parte)

A differenza di altri paesi del Montenegro, la quota dominante di produzione è prodotta, lavorata e consumata da entità molto piccole. La fondatezza di un numero di tale categoria per la transizione alle operazioni di mercato in termini di volume non è probabile. Pertanto, nella categoria della piccola produzione agricola, la produzione primaria e le aziende agricole trasformati possono benissimo essere indirizzate verso le esigenze del turismo e del consumo interno.

La Strategia per lo Sviluppo dell’Agricoltura e delle Aree Rurali del Montenegro riconosce l’importanza di orientarsi verso lo sviluppo di prodotti basati su metodi di produzione tradizionali, garantendo al contempo elevati standard qualitativi. Detto questo, una delle possibilità per lo sviluppo dell’agricoltura montenegrina, sia nei mercati nazionali che esteri, è quella di indirizzare il maggior numero possibile di prodotti in uno dei regimi di qualità, che crea valore aggiunto. L’etichettatura dei prodotti lattiero-caseari con indicazione geografica garantisce che la loro specificità e qualità siano il risultato di una combinazione di caratteristiche naturali, conoscenza e durata. I produttori di formaggio Pljevlja, kolašin cheese puff e Durmitor skorup hanno protetto il loro nome e il legame con la qualità dei prodotti lattiero-caseari, e oltre a questi ci sono un gran numero di prodotti che possono essere protetti da alcune delle etichette di schemi di qualità come il formaggio Kučki, il formaggio Njeguški, ecc.

Il Montenegro è in procinto di istituire e attuare regimi di qualità quali: i) biologico, protetto. Ha schemi di qualità legalmente definiti come i) carne di montagna e prodotti di montagna – uso dell’immagine di ambiente ecologicamente ricco e preservato, pascolo estensivo, vicino all’agricoltura biologica, carne fresca, buono per il turismo buono per le economie locali

• Produzione di carne specializzata per fornire carne fresca di alta qualità – di alta qualità, prodotta localmente, fresca

• In azienda: Registrare e sostenere la produzione mista di latte e carne con una varietà di prodotti tradizionali offerti dalla fattoria (formaggio, crosta / panna, prodotti a base di carne)

I regimi di qualità offrono una serie di opportunità, che devono essere eseguite dal Ministero e dalle loro agenzie da un lato, con gli attori della catena del valore dall’altro. Comprendere l’obiettivo dello schema di qualità e rispettare i partner attraverso la catena di mercato è la chiave per l’attuazione di successo delle normative sulla qualità.
La struttura della catena di mercato della carne e dei prodotti a base di carne dipende dal tipo di catena di mercato. Tuttavia, si basa fondamentalmente sui seguenti attori e tendenze.

La catena di mercato della produzione e della lavorazione della carne, come la catena più importante in agricoltura, ha numerosi partecipanti, dove negli ultimi anni la fluttuazione non è grande ovvero raramente entra ed esce dalla produzione, dal commercio o dalla lavorazione.


Estratto e rielaborato dal documento: “Rapporto sui PRODOTTI sui regimi di qualità e la salute dei consumatori in Montenegro”. La relazione è uno dei risultati dell’attività “Scambio e trasferimento di conoscenze sulle migliori pratiche in materia di regimi di qualità e salute dei consumatori” WPT1 “Migliorare le condizioni quadro coss-border per la valorizzazione della catena del valore agroalimentare e della pesca”.

Articoli correlati
Good Practices
Panoramica dei sistemi di qualità in Albania
sabato, 5 Febbraio 2022
Good Practices
Olive e olio d’oliva in Albania
sabato, 12 Febbraio 2022
Good Practices, Dieta Mediterranea
Atlas of Traditional Products of Molise Region
martedì, 15 Giugno 2021
There is new content on "Good Practices"
This is default text for notification bar